Home  / Piano Nazionale  / Governance

Governance

Multiplex 8, 1981 Assemblaggio di cartoncini fustellati

 

Il processo di governance

Per l’elaborazione del Piano nazionale di digitalizzazione del patrimonio culturale (PND) sono stati creati diversi tavoli tecnici, ciascuno con la sua specificità tematica, composti da esperti in materia, dirigenti, funzionari, professionisti che lavorano presso e con gli Istituti e gli uffici del Ministero della cultura.

I tavoli di lavoro sono il mezzo attraverso cui gli obiettivi diventano azione e possono trasformarsi in processi di cambiamento reali.

 

Governance

Metodologia

I tavoli tecnici sono organizzati come “non-conferenze”: si avvalgono dei principi che fondano l’Open Space Technology e il World Café Method e delle piattaforme digitali per la realizzazione di meeting virtuali, in cui ogni singolo partecipante contribuisce con la propria esperienza e le proprie conoscenze alla realizzazione dei documenti che comporranno il PND. Un evento ibrido, in cui sia la componente digitale sia umana giocano un ruolo da protagonista.
Ogni tavolo è impegnato in un percorso annuale strutturato in incontri periodici.

 

Obiettivo

Facilitare lo svolgimento di incontri, riunioni, plenarie, tavoli di lavoro tecnici caratterizzati da argomenti altamente complessi, gruppi molto diversi, urgenza decisionale in relazione al Piano nazionale di digitalizzazione del patrimonio culturale (PND).

 

Tavoli tecnici avviati

#1 Criteri, metodi e standard per la digitalizzazione (maggio 2021)

Come governare i processi di digitalizzazione del patrimonio culturale? Per raggiungere quali obiettivi? Con quali regole?

  • Pianificare una campagna di digitalizzazione
  • Formati e nomenclatura dei file
  • Metadati tecnici per la gestione e la conservazione

 

#2 Circolazione e riuso delle immagini dei beni culturali in ambiente digitale (giugno 2021)

È solo una questione di licenze?

  • Condividere le interpretazioni normative per delineare procedure omogenee​
  • Uniformare le prassi operative e definire le casistiche ricorrenti
  • Disegnare i processi di workflow